La regina della casa

la regina della casa.jpgDal retro della copertina:

“A soli ventinove anni Samantha Sweeting è la star di un noto studio legale di Londra. Pochi minuti di una sua consulenza valgono una fortuna. Lavora giorno e notte ed è tutta concentrata sulla carriera. Ma proprio mentre aspetta con ansia di essere nomionata socio si accorge di aver commesso un errore che le costerà il posto.Sconvolta, fugge dall’ufficio e si trova in aperta campagna con il cuore in tumulto. Chiede informazioni in una splendida casa e per un malinteso viene scambiata dai proprietari per una delle candidate al posto di governante. E viene assunta, senza che i suoi datori sappiano che Samantha è sì una ragazza dal quoziente intellettivo stratosferico, ma non ha la più pallida idea di cosa significhi tenere in ordine una casa… Dal talento inimitabile di Sophie Kinsella, una nuova e adorabile commedia romantica: la storia di una ragazza che ha bisogno di rallentare. Di trovare se stessa. Di innamorarsi. Di cominciare finalmente a vivere. E di scoprire a cosa serve un ferro da stito.”

Il libro è leggero e divertente, ma anche coinvolgente e simpatico.

Mi è piaciuto molto il discorso di fondo che valorizza un sistema di vita più umano anche se più modesto, rispetto alla volontà di carriera a tutti i costi, che inaridisce e fa di fatto perdere il senso dei veri valori della vita.

La regina della casaultima modifica: 2009-03-21T07:51:51+01:00da antonella1101
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento